La Lazio
Dal 1900 orgoglio di Roma












Torna alla prima pagina (home page) Fondazione e Lazialità tutte le stagioni agonisteche della Lazio i derby prima dell'avvento della as roma 1927 i capocannonieri della Lazio I trofei vinti La Curva Nord ....ancora sulla Lazio

 I trofei vinti

La Lazio ha arricchito la sua bacheca in maniera sostanziosa con l'avvento del presidente Sergio Cragnotti, che in un decennio è stato capace come nessun'altro prima di lui alla Lazio, di vincere tutto ciò che c'era da vincere in Italia e in Europa.
Cragnotti dopo una fase di potenziamento dei quadri tecnici, iniziò a vincere con la Coppa Italia del 1997/98. Poi fu un susseguirsi di trionfi fino all'ultima Coppa Italia del 2003/04, dove nonostante non fosse più il presidente, fu vinta con una rosa di giocatori al 90% acquistati da lui nelle precedenti stagioni.



Il bottino di Cragnotti fu quello delle grandi squadre. Uno scudetto ma potevano esserne due, 3 Coppe Italia, 2 Supercoppe Italiane, una Coppa delle Coppe, una Supercoppa Europea vinta a Montecarlo contro gli "invincibili" del Manchester United, una finale di Coppa UEFA persa a Parigi contro l'Inter.
Tante soddisfazioni e tante rivincite per i tifosi biancocelesti. Grazie presidente Cragnotti.

Ben diversa la Lazio dell'attuale presidente Lotito, al quale va riconosciuto la capacità di aver saputo risanare una situazione finanziaria sull'orlo del baratro. E' una Lazio attenta al bilancio; ciò però non ha impedito alla bacheca di continuare ad arricchirsi di trofei, il 2009 ha visto trionfare la Lazio nella Coppa Italia e nella Supercoppa Italiana a Pechino contro la forte Inter. Mentre il 26 maggio del 2013 arriva la coppa più bella, quella alzata in faccia agli odiati nipoti dell'AS Roma 1927.



Una citazione a parte merita lo Scudetto del 1973/74, vinto da un gruppo di ragazzi che il solo grande Mister Tommaso Maestrelli fu capace di tenere a freno dalla loro lucida pazzia e rissosità.
Era la lazio del presidente Umberto Lenzini, nata forse per caso, forse per fortuna. Una formazione diventata un ritornello: Pulici, Petrelli, Martini, Wilson, Oddi, Nanni, Garlaschelli, Re Cecconi, Chinaglia, Frustalupi, D'Amico.
Gente pescata in Serie C, scarti di grandi squadre e giovani di belle speranze. Capaci di essere promossi dalla B alla A e combattere l'anno successivo per lo scudetto perso per un soffio, per poi confermarsi l'anno successivo con l'apoteosi del 12 maggio 1974, dove in uno Stadio Olimpico mai stato così pieno di gente (e mai potrà esserlo), la Lazio vinse battendo il Foggia per 1 a 0 il suo primo Scudetto.




Fino ad allora l'unico trofeo ufficiale vinto, era la Coppa Italia del 1958. il presidente era Siliato, il Mister Fulvio Bernardini già prodotto del primordiale vivaio biancoceleste.
La Lazio superò una grande Fiorentina per 1 a 0 con un gol di Prini, dopodichè seguì il periodo più grigio della storia della Lazio, con continue retrocessioni e promozioni.


Ormai dimenticati ma non meno importanti per l'epoca, sono i vari campionati che la Lazio pioneristica vinse nei primi anni del secolo scorso.
La Coppa Tosti, il Trofeo Canalini, il Campionato Romano, il Campionato Laziale, la Coppa Baccelli e molti altri che si disputavano tra le tante squadre romane di quel periodo. La Lazio ne vinse più di tutte, tanto che in alcune occasioni le avversarie rinunciavano a giocarci contro pur di non prenderle.

La Lazio ha vinto anche alcuni tornei europei di prestigio che tuttora vengono ancora disputati, come: il Trofeo Teresa Herrera, il trofeo Città della Linea e il torneo di Amsterdam.

IN ALTO I CUORI FIERI DI ESSERE LAZIALI
La Lazio
Il cielo per bandiera



Vittorie italiane nelle competizioni internazionali riconosciute dalla FIFA e dalla UEFA

1  Milan 18
2  Juventus 10
3  Inter 8
4  Parma 3
5  Lazio 2
6  Fiorentina 1
   Napoli 1
   Sampdoria 1

Le squadre che hanno fatto l'accoppiata ("Double") Scudetto Coppa Italia
1942/43  Torino
1959/60  Juventus
1986/87  Napoli
1994/95  Juventus
1999/00  Lazio
2005/06  Inter
2009/10  Inter