La Lazio
Dal 1900 orgoglio di Roma











Torna alla prima pagina (home page) Fondazione e Lazialità tutte le stagioni agonisteche della Lazio i derby prima dell'avvento della as roma 1927 i capocannonieri della Lazio I trofei vinti La Curva Nord ....ancora sulla Lazio


SILVIO PIOLA


Nato a Robbio Lomellina (PV) il 29 settembre del 1913, alto 1.80 m per un peso forma di circa 78 kg.
Ha esordito con la Lazio il 30/9/1934 nella prima giornata di campionato vincendo e segnando un gol nel 6 a 1 contro il Livorno
Silvio Piola è il più grande cannoniere italiano di tutti i tempi, con 290 reti in campionato, e 30 reti in Nazionale. Numeri irraggiungibili per chiunque, al giorno d'oggi, dove la carriera di un giocatore si consuma in pochi anni. La longevità di Piola ha dell'incredibile: esordiente in Serie A a 16 anni, il 16 febbraio 1930 (Bologna-Pro Vercelli 2-2), disputa la sua ultima stagione in A a Novara nel 1954, a 40 anni suonati (ultimo incontro il 3 luglio 1954, Atalanta-Novara 4-0): 24 anni, 4 mesi e 16 giorni, record insuperato. Incredibilmente, è il caso di dirlo, Piola non vincerà mai uno scudetto, anche se diventerà campione del Mondo nel 1938, guidando la Nazionale nell'avventura francese (che suggellerà con una doppietta nella finale con l'Ungheria).
Piola arriva alla Lazio nel 1934/35, dopo una lunga trattativa, con implicazioni politiche (il giocatore avrebbe preferito Ambrosiana o Torino, ma l'intervento del segretario amministrativo del Partito Fascista, Marinelli, e del generale Vaccaro, risulteranno decisivi per il trasferimento a Roma), per la bella cifra di 250.000 lire dalla Pro Vercelli, squadra nella quale è cresciuto.
A Roma si impone come implacabile bomber, attualmente insuperato (159 reti in 243 presenze in biancoceleste), ma anche come forte personalità fuori dal campo. La sua passione per la caccia, che gli faceva saltare anche delle sedute di allenamento, è alla base delle dimissioni del presidente Gualdi. Gualdi lo multa, lui va a farsi togliere la multa in Federazione. Gualdi lo viene a sapere, e si dimette.
Come giocatore, Piola è un leader assoluto e, come accadrà anni dopo ad un altro goleador di razza, non si risparmia mai. Abbonato al gol nel derby, è da ricordare la doppietta realizzata in Lazio-Roma del 16 marzo 1941. Infortunato dopo pochi minuti, rientra in campo con la testa fasciata e la ferita suturata con quattro grappette. Ciononostante è proprio lui a realizzare il primo gol per la Lazio, incurante della ferita, addirittura di testa!
Con la sua guida, la Lazio si insedia nell'aristocrazia del calcio nazionale, sfiorando lo scudetto nel 1937 (secondo posto, dietro al Bologna). Resta in biancoceleste per nove anni, fino alla guerra. Poi va a Torino (prima Toro, poi Juve). Nel 1947 i dirigenti bianconeri lo cedono al Novara, ritenendolo ormai vecchio. Piola invece disputerà altri sette campionati con la squadra piemontese, distinguendosi anche per uno strano "accanimento" proprio contro la Lazio, contro la quale realizza ben nove reti!
Terminata la carriera, resta nel mondo del calcio (per sedici anni avrà il ruolo di tecnico federale presso il Centro sportivo di Coverciano). Muore nel 1996, all'età di 83 anni.
(da www.laziocity.it)
Albo d'oro con la Lazio: 2 titoli di cannoniere in Serie A.

Ruolino con la Lazio dal 1934/35 al 1942/43

Campionato Coppa Italia Coppe Europee TOTALE
Giocate Gol Giocate Gol Giocate Gol Giocate Gol
227 142 10 6 0 0 237 148


                 





La Lazio
Il cielo per bandiera



La carriera di Silvio Piola
Anno Squadra S. Pr. Gol
29/30 Pro Vercelli A   4   0
30/31 Pro Vercelli A 32 13
31/32 Pro Vercelli A 31 12
32/33 Pro Vercelli A 32 11
33/34 Pro Vercelli A 28 15
34/35 Lazio A 29 21
35/36 Lazio A 27 19
36/37 Lazio A 28 21
37/38 Lazio A 28 15
38/39 Lazio A 21   9
39/40 Lazio A 23   9
40/41 Lazio A 25 10
41/42 Lazio A 24 18
42/43 Lazio A 22 21
45/46 Juventus A 29 16
46/47 Juventus A 28 10
47/48 Novara B 30 16
48/49 Novara A 36 15
49/50 Novara A 17   4
50/51 Novara A 37 19
51/52 Novara A 31 18
52/53 Novara A 25   9
53/54 Novara A   9   5

Silvio Piola quando era tesserato nella Lazio, è riuscito a segnare una doppietta in una finale di un campionato mondiale. Nel 1938 4 a 2 contro l'Ungheria.
La tabella che segue è la classifica per squadra dei gol realizzati nelle 4 finali vinte dall'Italia nei mondiali.
Squadra Gol
Juventus 3
Lazio 2
Inetr 2
Triestina 2
Bologna 1