La Lazio
Dal 1900 orgoglio di Roma












Torna alla prima pagina (home page) Fondazione e Lazialità tutte le stagioni agonisteche della Lazio i derby prima dell'avvento della as roma 1927 i capocannonieri della Lazio I trofei vinti La Curva Nord ....ancora sulla Lazio

COPPA ITALIA 2012/13


A P O T E O S I!!!! La Lazio vince la sua sesta Coppa Italia alzandola in faccia agli odiati nipoti dell'AS Roma 1927. Lo scontro finale del calcio romano, la resa dei conti, più di una sfida, più di un derby, più di una Coppa dei Campioni, più di tutto! E la storia continua a scriverla chi una storia ce l'ha. GRANDE LAZIO!!!

Ottavi di finale - Lazio vs Siena



Lazio a pochi secondi dalla clamorosa eliminazione da parte del Siena. Svogliata e con ampio turnover va in svantaggio al 56° per un autorete di Cana.
Rischia grosso anche per alcuni contropiedi che il Siena non riusce a sfruttare. Ma quando semprava ormai tutto perso al quinto minuto di recupero la testa di Ciani pareggia i conti.
Nei supplementari non accade nulla, poi ai rigori sale in cattedra il terzo portiere laziale Carrizzo che ne para due, la Lazio non ne sbaglia nessuno. A fatica ma si va avanti.

Ciani svetta e pareggia al 95°

Carrizzo l'altro eroe

Quarti di finale - Lazio vs Catania



Radu gol!

Ancora una sfida "fuori o dentro" per il passaggio del turno, il tabellone dice ancora Lazio in casa, è il 9 gennaio, la Lazio festeggia il suo 113° compleanno.
Bella partita gli etnei partono bene con un palo preso al 5° minuto da Izco, ma devono ringraziare anche il suo portiere per un paio d'interventi protigiosi su Floccari ed Hernanes. Alla mezz'ora angolo di Cavanda e Radu insacca.
Nel secondo tempo sale in cattedra il "profeta" che raddoppia al 61° e poi al 90° porta sul 3 a 0 il vantaggio della Lazio, mettendo seduto il portiere catanese ed infilando di sinistro.
Ci aspetta la Juventus che sta "ammazzando" il campionato, in una sfida di andata e ritorno, la prima a Torino il ritorno a Roma.

Semifinale - Lazio vs Juventus

In semifinale la Lazio incontra la Juventus, è l'unico turno con partite di andata e ritorno, la prima è a Torino. La Lazio è accorta ed ordinata, dopo un paio di occasioni per la Juve è Ciani che al 18° sfiora il vantaggio. Occasioni anche per Floccari e Mauri, ma è la Juventus a fare la partita, Marchetti è attento e sbroglia sempre le situazioni più pericolose. Il secondo tempo è la copia del primo, e alla mezzora la Juventus con Peluso (prodotto del vivaio laziale) passa in vantaggio. La Juve ha l'occasione per raddoppiare ma a 3 minuti dalla fine, arriva uno spiovente in area bianconera raccolto in sottomisura da Mauri che pareggia. 1 a 1 risultato positivo in vista del ritorno a Roma.

   
  Marchetti svetta                           Mauri pareggia...                          e poi esulta

La Lazio batte 2 a 1 la Juventus in un incredibile finale che vale tutto il costo del biglietto della partita. Nel primo tempo sono i bianconeri a fare gioco, aggressivi e grintosi, ma la Lazio non rischia nulla, il gioco della Juventus è sterile, riesce a tirare in porta una volta sola.
Nella ripresa Petkovic alza il baricentro del gioco della Lazio, riequilibrando la partita dal punto di vista del possesso di palla, riuscendo a trovare la combinazione giusta per l'1-0 di Gonzalez in tuffo di testa, su assist di Ledesma. Hernanes è costretto ad uscire per un colpo alla testa, ma la Juventus continua a non pungere. Al 91° quando la festa per la qualificazione laziale sembrava prossima, involontario assist di testa di Biava per Vidal che pareggia i conti, supplementari ad un passo.
Alla ripresa del gioco Mauri si procura e calcia un corner per la testa di Floccari, che sovrasta Vidal in elevazione e gira il pallone di testa verso l'angolo lontano, l'Olimpico esplode 2 a 1 per la Lazio, finale riacciuffata! Non finisce qui, perché la Juve avrebbe il pallone del 2-2 per il 2-2 che gli avrebbe valso la finale, ma Marchisio lo mandando fuori a porta vuota dopo una splendida respinta di Marchetti su Vidal. Al 98° l'arbitro Banti fischia la fine: per la Lazio è finale contro la Roma, il 26 maggio ci sarà il derby capitolino che scriverà la storia.
   
  Gonzalez gol...                            e poi onora l'ex compagno Scaloni   Floccari ci porta in finale

Finale - Lazio vs Roma

26 Maggio 2013 finalissima di Coppa Italia. La Lazio vince il Derby più importante della storia del calcio romano, il primo in grado di assegnare un trofeo. I biancocelesti si tolgono la più grande soddisfazione dai tempi delle vittorie dell’era Cragnotti conquistando la Coppa Italia, nello stadio di “casa” e proprio contro gli odiati nipoti. La partita è alle 18:00, ma i Laziali si ritrovano già dalla mattina a Ponte Milvio; inni, cori, birra e poi in corteo allo stadio.
La coreografia fatta dai ragazzi della Nord è maestosa, l’aquilifero che cede ad un giocatore in maglia biancoceleste e ad un tifoso Laziale, come in passaggio di consegne sospeso nel tempo, l’aquila emblema della potenza di Roma.
La partita è stata sempre in mano alla Lazio, capace di controllare e saper colpire. Poche occasioni, i presunti campioni della propaganda romanista: inesistenti!
La Lazio, che ha saputo far gruppo nel ritiro di Norcia tira fuori una prestazione che in altri tempi si sarebbe definita “gagliarda”, conducendo il gioco per buona parte dei 90 minuti.
Il primo tempo l’occasione da gol più chiara passa per i piedi di Klose che non riesce a chiudere in porta un tiro di Lulic. Nella ripresa la Lazio spinge ancora di più sulle fasce, Konko, Candreva e Lulic sfiancano i dirimpettai giallorossi, fino a concretizzarsi al 71° con lo scambio Mauri Candreva, il quale dal fondo destra mette un pallone al centro dell’area che il portiere

 

 

 
romanista Lobont tocca appena mettendo fuori causa Marquinhos, ma non Lulic che piazza il colpo vincente a porta vuota: 1 a 0 per Lazio!
L’unica reazione della Roma è una punizione di Totti neanche calciata bene, Marchetti vede il pallone con con un attimo di ritardo, ma riesce ugualmente a deviarla sulla traversa. Poi serie di occasioni non sfruttate dalla Lazio per chiudere la partita.
Al 94° il fischio finale che fa esplodere la prorompente gioia biancoceleste. E’ festa per sempre, un trofeo alzato in faccia ai romanisti non ha prezzo.

  Hi-hi-hi-hi-hi!

Gli eroi che hanno fatto la storia: Marchetti, Konko, Biava, Cana, Radu, Ledesma, Candreva, Onazi, Hernane, Lulic, Klose, Mauri, Gonzalez, Ciani, Petkovic.

Il cammino della Lazio

Lazio - Siena
4-1 dcr
Ciani

Lazio - Catania

3-0

Radu Hernanes Hernanes

Juventus - Lazio

1-1

Mauri
Lazio - Juventus 2-1 Gonzalez Floccari

Roma - Lazio

0-1

Lulic





La Lazio
Il cielo per bandiera



Vittorie nella Coppa Italia

1  Juventus 9
   Roma 9
3  Inter 7
4  Fiorentina 6
   Lazio 6
6  Torino 5
   Milan 5
   Napoli 5
9  Sampdoria 4
10  Parma 3
11  Bologna 2
12  Venezia 1
   Atalanta 1
   Vicenza 1
   Vado 1